TIFF48: American Fiction inizia la sua corsa agli Oscar

Assegnato il People’s Choice Award, il Premio del Pubblico del TIFF, considerato il trampolino di lancio per gli Oscar

Annunciati i vincitori del Toronto International Film Festival, uno dei festival chiave dell’Awards Season dato che solitamente emergono i film che saranno poi protagonisti della futura Notte degli Oscar.

Il-logo-del-TIFF-–-Toronto-International-Film-Festival

Su questa lunghezza d’onda negli ultimi anni questo riconoscimento si è rivelato particolarmente indicativo in chiave awards season anticipando i gusti degli Academy.

In tal senso, con numeri alla mano, se è vero che su 44 edizioni il vincitore del People’s Choice Award ha vinto poi l’Oscar come miglior film 7 volte (Momenti di gloria, American Beauty, The Millionaire, Il discorso del Re, 12 anni schiavo, Green Book, Nomadland), come miglior documentario 1 volta (Best Boy)come miglior film straniero 7 volte (The official story, L’albero di Antonia, La vita è bella, La tigre e il dragone, Tsotsi, Una separazione, Roma), è anche vero che molti dei film vincitori del People’s Choice Award sono diventati protagonisti della Stagione dei Premi conquistando preziose candidature agli Oscar come quella nella categoria miglior film o miglior film internazionale (o in entrambi i casi come è successo per il film di Benigni, di Lee e di Cuaron).

2012: Il lato positivo (8 nom, 1 Oscar)

2013: 12 anni schiavo (9 nom, 3 Oscar)

2014: The Imitation Game (8 nom, 1 Oscar)

2015: Room (4 nom, 1 Oscar)

2016: La La Land (14 nom, 6 Oscar)

2017: Tre manifesti a Ebbing, Missouri (7 nom, 2 Oscar)

2018: Green Book (5 nom, 3 Oscar)

2019: Jojo Rabbit (6 nom, 1 Oscar)

2020: Nomadland (6 nom, 3 Oscar)

2021: Belfast (7 nom, 1 Oscar)

2022: The Fabelmans (7 nom, O Oscar)

Quest’anno ad aggiudicarsi il People’s Choice Award è stato American Fiction di Cord Jefferson, “una satira malvagia sulla mercificazione delle voci emarginate e il ritratto di un artista costretto a riesaminare la propria integrità. Con Jeffrey Wright in una delle sue performance più belle e ricche di sfumature”

TRAMA: Thelonious “Monk” Ellison (Wright) è uno stimato autore e professore di letteratura inglese ma la sua insofferenza verso la sensibilità culturale dei suoi studenti sta minacciando la sua posizione accademica, mentre il suo ultimo romanzo non riesce ad attirare gli editori. Sostengono infatti che la scrittura di Monk “non è abbastanza nera”. 

Al secondo posto la commedia agrodolce di Alexander Payne, The Holdovers con un tris di interpreti in pole position per la nomination all’Oscar: Paul Giamatti e i supporter Da’Vine Jay Randolph e l’esordiente Dominic Sessa.

TRAMA: A nessuno piace l’insegnante Paul Hunham, non ai suoi studenti, non ai suoi colleghi di facoltà, non al preside, che trovano tutti la sua pomposità e rigidità esasperanti. Senza famiglia e senza un posto dove andare durante le vacanze di Natale del 1970, Paul resta a scuola per supervisionare gli studenti che non possono tornare a casa. Dopo pochi giorni, rimane solo uno studente rimasto: un quindicenne che crea problemi di nome Angus, un bravo studente il cui cattivo comportamento minaccia sempre di farlo espellere. Insieme a Paul e Angus c’è la capocuoca Mary, una donna afroamericana che si occupa di figli privilegiati e il cui figlio è stato recentemente perso in Vietnam. Questi tre naufraghi molto diversi formano un’improbabile famiglia natalizia che condivide comiche disavventure durante due settimane molto nevose nel New England.

Al terzo posto l’apprezzato lungometraggio d’animazione diretto dal maestro Hayao Miyazaki, The Boy and the Heron, considerato lo sfidante di Spider-Man: Across the Spider-Verse per la corsa agli Oscar di quest’anno nella categoria Miglior film d’animazione.

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=f7EDFdA10pg

ALTRI PREMI:

People’s Choice Award Midnight Madness: DICKS: THE MUSICAL dir. Larry Charles

People’s Choice Award for Documentary: MR. DRESSUP: THE MAGIC OF MAKE-BELIEVE dir. Robert McCallum

FIPRESCI Prize: SEAGRASS dir. Meredith Hama-Brown

NETPAC Award: A MATCH dir. Jayant Digambar Somalkar

Short Cuts Share Her Journey Award: SHÉ (SNAKE) dir. Renee Zhan

Short Cuts Award Best Canadian Film: MOTHERLAND dir. Jasmin Mozaffari

Short Cuts Award: ELECTRA dir. Daria Kascheeva

TIFF 48: Tribute Performer Award

TIFF 48: Variety Artisan Award 

Amplify Voices Award Best BIPOC Canadian Feature: KANAVAL dir. Henri Pardo

Amplify Voices Award Best BIPOC Canadian First Feature: TAUTUKTAVUK (WHAT WE SEE) dirs. Carol Kunnuk, Lucy Tulugarjuk

Changemaker Award, TIFF Next Wave Committee: WE GROWN NOW dir. Minhal Baig

Best Canadian Feature Film Award: SOLO dir. Sophie Dupuis

Platform Award: DEAR JASSI dir. Tarsem Singh Dhandwar

SEGUI

Lascia un commento

Don`t copy text!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: