Previsioni Finali Nominations Oscar 2024: i favoriti per il Miglior film internazionale

Oscar 2024 Miglior film internazionale: i film favoriti per la nomination

Le recenti candidature ai BAFTA hanno reso ancora più interessante la gara per il Miglior film internazionale per la competizione agli Oscar orfana di Anatomy of a Fall che ha letteralmente dominato l’Awards Season in questa categoria. In siffatto contesto The Zone of Interest (Regno Unito) (15 premi/37 nominations) si conferma leader (favorito già dal mese di agosto), ma la vera sfida è prevedere l’intera cinquina con una serie di incognite al vaglio.

In tal senso tra i 15 semifinalisti della short-list dell’Academy spicca un terzetto inviolabile composto non solo dal film scelto per rappresentare il Regno Unito, ma anche dalla Spagna (Society of the Snow) e dalla Finlandia (Fallen Leaves) che ha mancato solo la candidatura ai Critics Choice Awards e ai BAFTA, condividendo con gli altri due la nomination a tutti i key awards.

Ad inseguirli c’è la Germania con l’apprezzato The Teacher’s Lounge, selezionato nella Top Five International Films dai National Board of Review, e che ha recentemente vinto il FIPRESCI per la miglior attrice al Palm Springs International Film Festival.

Per il 5° nome la gara è apertissima tra 3 Paesi: Giappone, Ucraina, Francia.

Il primo, Perfect Days firmato da Wim Wenders, anche se è stato snobbato dai BAFTA e dai Golden Globe, gode di un forte sostegno da parte della comunità dei critici internazionali.

Il secondo è il potente doc 20 Days in Mariupol che comunque otterrà la candidatura per il Miglior documentario sfidando il favorito della critica americana, American Symphony. E’ l’unico insieme a Regno Unito e Spagna ad aver ottenuto la candidatura ai BAFTA.

Il terzo, nonostante l’auto-gol con la mancata designazione di Anatomy of a Fall, ha comunque un ottimo candidato dato che The Taste of Things ha mancato solo la candidatura ai Golden Globe e ai BAFTA, conquistando 2 preziosi Audience Awards a due festival americani pre-awards season, il Mill Valley Film Festival e il Montclair Film Festival.

C’è però anche un’altra tesi che caratterizza spesso questa categoria e cioè quella del “titolo dell’ultim’ora“, solitamente fuori dal radar dei precursori, che ottiene a sorpresa la candidatura grazie ad un passaparola interno tra i membri volontari che partecipano alle votazioni. I casi più eclatanti negli ultimi anni: Lunana – Il villaggio alla fine del mondo (Bhutan), L’uomo che vendette la sua pelle (Tunisia).

E’ qui che potrebbero entrare in gioco 3 film: l’Italia, candidata ai Golden Globe e ai Satellite Awards, vincitrice di un premio settoriale come l’AAFCA e del premio per il miglior film europeo al San Sebastián International Film Festival, ma sostanzialmente esclusa dagli altri key awards e da tutti i premi della critica americana; il Messico che quest’anno ha un titolo molto apprezzato negli States, Totem, che ha ottenuto la nomination sia ai Gotham Awards che agli Independent Spirit Awards, e anche l’Armenia con Amerikatsi, completamente fuori dalle dinamiche dei premi (candidato solo agli AARP Movies For Grownups Awards)….che sia questo film il “Lunana” di quest’anno?

Previsioni Finali Nominations: i 5 film in pole position per la categoria Miglior film internazionale

1. THE ZONE OF INTEREST (Regno Unito)

PREVISIONI OTTOBRE:

PREVISIONI DICEMBRE:

Realizzato da Aleks Phoenix

NOMINATIONS (37): BAFTALonglists BAFTA, Gotham, European Film Award, Independent Spirit Award, HCA Astra Film Award, CFCA, LVFCS, WAFCA, StLFCA, GOLDEN GLOBE, NTFCA, CRITICS CHOICE, IFJA, Phoenix Critics Circle, SDFCS, UFCA, SATELLITE, OAFFC, LFCC, GWNYFCA, NCFCA, DFCA, GAFCA, COFCA, AFCA, SFCS, SFBAFCC, HFCS, DFCS, PCA, CIC, NDFS, MCFCA, HoustonFCS, LEJA, AARP

WINNERS (15): Grand Prix Speciale della Giuria (Festival di Cannes), BSFC, CFCA, PCC, IFJA, BOFCA, Top Five International Films (NBR Award), CACF, OFCC, AWFJ, UFCA, GWNYFCA, SFBAFCC, DFCS, AARP

OSCARS STORY: nella storia degli Oscar il Regno Unito ha conquistato 2 candidature: nel 1993 con Hedd Wyn di Paul Turner e nel 1999 con Solomon and Gaenor di Paul Morrison.

2. SOCIETY OF THE SNOW (Spagna)

PREVISIONI OTTOBRE:

PREVISIONI DICEMBRE:

NOMINATIONS (14): BAFTALonglists BAFTAHCA Astra Film Award, LVFCS, WAFCA, GOLDEN GLOBECRITICS CHOICE, UFCA, SATELLITE, DFCA, NDFS, MCFCA, HoustonFCS, LEJA

WINNERS (1): Audience Favorite ¡Viva el cine! (Mill Valley Film Festival)

OSCARS STORY: nella storia degli Oscar la Spagna ha conquistato 20 nomination e collezionato ben 4 statuette: Volver a empezar di José Luis Garci (1982), Belle Epoque di Fernando Trueba (1993), Tutto su mia madre di Pedro Almodovar (1999), Mare Dentro di Alejandro Amenabar (2004). sono le volte in cui è entrata nella short-list: nel 2007 con Volver di Pedro Almodovar, nel 2011 con También la lluvia di Icíar Bollaín, nel 2022 con Il capo perfetto di Fernando León de Aranoa.

5. FALLEN LEAVES (Finlandia)

PREVISIONI OTTOBRE: 10°

PREVISIONI DICEMBRE:

NOMINATIONS (15): Longlists BAFTA, BIFA, European Film Award, HCA Astra Film Award, WAFCA, StLFCA, GOLDEN GLOBE, Phoenix Critics Circle, SDFCS, SATELLITE, OAFFC, LFCC, DFCA, SFBAFCC, NDFS

WINNERS (4): Premio della Giuria (Festival di Cannes), TFCA, Top Five International Films (NBR Award), National Society of Film Critics Award

OSCARS STORY: nella storia degli Oscar la Finlandia ha conquistato una sola nomination nel 2003 grazie al meraviglioso film di Aki KaurismäkiL’uomo senza passatosenza però riuscire a vincere l’ambita statuetta. 2 volte è riuscita ad entrare nella short-list dei semifinalisti: nel 2016 con Miekkailija di Klaus Härö e nel 2022 con Compartment No. 6 di Juho Kuosmanen.

4. THE TEACHER’S LOUNGE (Germania)

PREVISIONI OTTOBRE:

PREVISIONI DICEMBRE:

NOMINATIONS (5): Longlists BAFTAHCA Astra Film Award, CFCA, StLFCA, SATELLITE

WINNERS (4): Premio della Giuria (Festival di Cannes), TFCA, Top Five International Films (NBR Award), National Society of Film Critics Award

OSCARS STORY: nella storia degli Oscar la Germania ha ottenuto per questa categoria 21 nomination conquistando l’ambita statuetta 4 volte: nel 1979 con Il tamburo di latta di Volker Schlondorff (Germania Ovest), nel 2002 con Nowhere in Africa di Caroline Link, nel 2006 con Le vite degli altri di Floriana Henckel von Donnersmarck, nel 2023 con All Quiet on the Western Front di Edward Berger. Ben 5 volte invece è riuscita ad entrare nella short-list dei semifinalisti: Pina di Wim Wenders (2012), Two Lives di Georg Mass e Judith Kaufmann (2014), Il labirinto del silenzio di Giulio Ricciarelli (2016), Oltre la notte di Fatih Akin (2018) e I’m Your Man di Maria Schrader (2022).

5. 20 DAYS IN MARIUPOL (Ucraina)

PREVISIONI OTTOBRE: 14°

PREVISIONI DICEMBRE:

NOMINATIONS (2)BAFTALonglists BAFTA

WINNERS: per la categoria Miglior documentario (2 Critics Choice Documentary Awards (miglior opera prima, miglior documentario politico), Sundance Film Festival (World Cinema Documentary – Audience Award), TFCA, PhilaFCC, NFCS, 1 IDA (miglior fotografia), SFCS, SFBAFCC, 1 Cinema Eye Honors Award (miglior produzione), NDFS)

OSCARS STORY: nella storia degli Oscar l’Ucraina non ha mai conquistato la nomination.

SEGUI

Lascia un commento

Don`t copy text!